Comunicato stampa

Recovery Sud aderisce all’appello di Becchetti e Next

Recovery fund
Sale a quota 644 il numero dei sindaci coinvolti
scrivi un commento 115
“Un’alleanza trasversale e inclusiva dei movimenti sociali e civici che coinvolga le migliori esperienze politiche locali oggi è quanto mai necessaria. Nell’attuale sistema politico-elettorale, infatti, rischiano di prevalere solo gli interessi forti, gli stessi che stanno facendo passare in second’ordine la priorità del superamento del divario Nord-Sud, con ciò che comporta in termini di perdita di diritti da parte di oltre venti milioni di cittadini. Al contrario, oggi è diventato inspiegabilmente urgente inseguire il feticcio dell’autonomia differenziata, creando ulteriori pericolose divisioni nella nostra società. E questo va assolutamente contrastato”.
Così la Rete di sindaci Recovery Sud, alla quale sono iscritte 323 amministrazioni comunali, motiva l’adesione all’ *Appello lanciato da NeXt-Nuova Economia per tutti e sottoscritto già da quasi duecento organizzazioni della Società civile italiana* per le elezioni politiche di settembre 2022. Recovery Sud però suggerisce i dieci punti dell’Agenda Sud e coglie l’occasione per chiedere alle realtà della società civile di tutta Italia che hanno a cuore i valori dell’uguaglianza sociale a sottoscrivere il documento.
*Acquaviva delle Fonti, 4 agosto 2022* –
La Rete di sindaci “Recovery Sud” aderisce convintamente all’Appello *lanciato* dal Prof. Leonardo Becchetti e da “NeXt-Nuova Economia per tutti” e partecipa alla alleanza trasversale e inclusiva  invocata nel Documento diffuso due giorni fa. Proposta dalla sindaca di Roseto Capo Spulico Rosanna Mazzia, l’adesione è salutata con entusiasmo dall’aggregazione dei primi cittadini meridionali, da quello, di Acquaviva Davide Carlucci, coordinatore della Rete, a Maria Grazia Brandara, sindaca di Naro e presidente del GAL Sicilia Centro-meridionale. Sommando il 51 Comuni della Rete nazionale dei Piccoli Comuni del Welcome, i 270 di Borghi autentici e i 323 di Recovery Sud sale a 644 il numero dei primi cittadini che hanno aderito al Manifesto promosso da Next Nuova Economia per tutti.
Recovery Sud propone anche di recepire, del tutto o parzialmente, i punti dell’Agenda Sud, elaborata con lo stesso scopo di contribuire a costruire il programma politico di chi, dal 25 settembre 2022, avrà la responsabilità di governare il nostro paese: un piano straordinario di assunzioni nei Comuni in deficit di personale, Borse di studio Mediterranee e legge per agevolare il rientro dei cervelli in fuga, rifiuto dell’autonomia differenziata, attivazione del fondo da 4,6 miliardi per la perequazione infrastrutturale, investimenti per il rilancio delle aree produttive nelle aree meridionali, blindatura della territorializzazione delle risorse del Pnrr, una quota riservata al Sud nelle politiche di attrazione degli investimenti del Mise, l’attuazione dei Lep, un piano di valorizzazione dei beni culturali del Mezzogiorno con la riforma dell’Art Bonus, l’attuazione celere della Strategia Nazionale per le Aree Interne (SNAI), un piano di sviluppo turistico-naturalistico destinato alle aree interne del Mezzogiorno.
“Così come siamo convinti che chi si candida alla guida dell’Italia non può prescindere dall’ascolto e dal coinvolgimento della Società civile – spiega Davide Carlucci – allo stesso modo riteniamo che vadano ascoltati gli amministratori delle aree più marginali e svantaggiate, quelle che fanno da sfondo alle situazioni di povertà e degrado che siamo chiamati a contrastare ma anche alle esperienze di innovazione sociale e di riscatto che possono rappresentare una speranza per il futuro dell’Italia”.

sabato 6 Agosto 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti